MM_400_BN

Margherita Mazzera

Scienziata

Margherita Mazzera è una ricercatrice di fisica sperimentale.
Il suo interesse e la sua esperienza di ricerca sono all’interfaccia tra fisica dello stato solido, nano-fotonica, ottica quantistica e scienza dell’informazione quantistica.
Nel corso del suo dottorato di ricerca e durante un incarico post-doc, entrambi svolti presso l’Università di Parma, ha studiato l’interazione tra luce e materia, nel regime classico, in materiali isolanti drogati con ioni di terre rare. Ha inoltre avuto altre esperienze post-dottorato in Italia in cui si è occupata della caratterizzazione ottica di semiconduttori 1-dimensionale (al Consiglio Nazionale delle Ricerche) e della descrizione teorica dei fenomeni di trasporto di carica nei superconduttori.
Nel 2012, è diventata ricercatrice in scienze dell’informazione quantistica presso l’ICFO, l’Istituto di Scienze Fotoniche di Barcellona, ​​dove ha diretto il progetto sulle Memorie Quantistiche a Stato Solido all’interno del gruppo del professore ICREA Hugues de Riedmatten.
Solo nell’ultimo anno, il team da lei guidato ha dimostrato esperimenti fondamentali nel campo della comunicazione quantistica, compresa la prima implementazione di un protocollo di immagazzinamento di stati quantistici di luce in una memoria a stato solido e la prima sorgente a stato solido di coppie di fotoni correlati quantisticamente con ritardo controllabile. Hanno anche contribuito alla parte a stato solido del primo trasferimento di stato quantico tra nodi di diversa natura, cioè il primo passo verso l’implementazione di reti quantistiche ibride. Quest’ultimo lavoro ha avuto ampio risalto sulla stampa specializzata e internazionale, ed è stato insignito del premio del municipio di Barcellona per la scienza e la tecnologia e del premio La Vanguardia per la scienza. Inoltre, il suo team, in collaborazione con l’Istituto di Fotonica e Nanotecnologie di Milano, ha dimostrato una nuova piattaforma pionieristica per memorie quantistiche integrate in guide d’onda. Il team ha anche partecipato, insieme ad altri 12 laboratori in tutto il mondo, al primo esperimento di fisica quantistica globale, noto come The BIG Bell Test.
Oltre alla sua attività di ricerca in laboratorio, Margherita condivide la sua esperienza con il pubblico generale in seminari di divulgazione scientifica e sostiene fortemente azioni volte a rafforzare la partecipazione delle donne nella scienza.